PILLOLE DA GDR

1 commento

di Cainos

Questa vuole essere una testimonianza molto leggera su quei molti leggeri momenti che si vengono inevitabilmente a creare in una partita di GDR, per quanto l’ impegno del master e dei giocatori sia verso un comportamento epico e avvincente.

Partita a Vampiri Secoli Bui.

Premessa

Siamo in Toscana. È stata creata una coterie di Vampiri e la figlia del primogeno Toreador Keyra, clan che comanda Firenze, viene mandata in misiione in cerca di informazioni su una Coterie Oscura che sta minando il sottile equilibrio di pace che c’e’ fra Firenze e Siena.
A lei vengono affibbiati chi più chi meno volontariamente esponenti di altri Clan, nn Nosferato anello di congiunzione fra un Ninja e un Caterpillar, una Cappadocia esperta di occulto, un Tremere che deve risollevare il nome e le condizioni del suo Clan, una Gangrel che sembra avere il Dono di impersonarsi in un Garou e un Ghoul, Lucian Il Mezzosangue, cacciato da vampiri e dalle temibili Black Furies e a sua volta Cacciatore di Vampiri costretto a partecipare per la cancellazione dalla Lista Rossa di almeno un paio di Clan dei Cainiti.
Le ricerche per 5 sessioni di gioco brancolano nel buio, solo l’ultima sessione ha portato qualche novità. Questa Coterie Oscura non lascia mai alcuna traccia seguibile. Una volta giunti alla corte di Prato i nostri giocatori decidono di architettare una sorta di teatrino impersonando i membri della Coterie Oscura e attaccando i magazzini con le preziose stoffe che il Principe della Città, Efenio, costodisce con gelosia.
Questa trovata permette di scoprire che Efenio e suo fratello Ignazio stanno tramando qualcosa alle spalle del principe, anche se non ci sono grossi indizi che siano legati alla Coterie Oscura.
Il gruppo si divide in due uno terrà d’occhio Efenio e l’altro Ignazio. Altro

Annunci

UNA STORIA ISPIRATA

Lascia un commento

la-foresta-vampira

Scrivere fantasy é sempre qualcosa di confortante, come un bagno caldo dopo una fredda giornata di pioggia. Questa storia nasce ricordando l’ultima campagna di Dungeons & Dragons fatta in Italia insieme al solito gruppo, nel 2005. É un omaggio al master di quell’avventura, che ci regalò come sempre grandi emozioni.

Mishan non è altro che Neve Silente, e la foresta Uaki è ovviamente l’Alfheim. La grande guerra e gli elfi trasformati in creature opalescenti e sottili sono idee prese pari pari da quella campagna, che ahimè non siamo mai riusciti a finire. Il resto della storia è frutto della mia immaginazione, influenzata dalle recenti letture dei classici della letteratura vampirica.

Buona lettura!

LA FORESTA VAMPIRA
di GM Willo

Platani e querce secolari torreggiavano sopra la minuta figura di Mishan, cacciatore delle marche di ponente, ricordandogli le antiche leggende. La foresta era sempre stata lì, prima che l’uomo mettesse piede sul continente, prima che le navi lasciassero le sponde dell’Impero Caduto, e molto prima che le antiche guerre scoppiassero e gli uomini dimenticassero di essere stati tutti fratelli… continua…