di Cainos

Questa vuole essere una testimonianza molto leggera su quei molti leggeri momenti che si vengono inevitabilmente a creare in una partita di GDR, per quanto l’ impegno del master e dei giocatori sia verso un comportamento epico e avvincente.

Partita a Vampiri Secoli Bui.

Premessa

Siamo in Toscana. È stata creata una coterie di Vampiri e la figlia del primogeno Toreador Keyra, clan che comanda Firenze, viene mandata in misiione in cerca di informazioni su una Coterie Oscura che sta minando il sottile equilibrio di pace che c’e’ fra Firenze e Siena.
A lei vengono affibbiati chi più chi meno volontariamente esponenti di altri Clan, nn Nosferato anello di congiunzione fra un Ninja e un Caterpillar, una Cappadocia esperta di occulto, un Tremere che deve risollevare il nome e le condizioni del suo Clan, una Gangrel che sembra avere il Dono di impersonarsi in un Garou e un Ghoul, Lucian Il Mezzosangue, cacciato da vampiri e dalle temibili Black Furies e a sua volta Cacciatore di Vampiri costretto a partecipare per la cancellazione dalla Lista Rossa di almeno un paio di Clan dei Cainiti.
Le ricerche per 5 sessioni di gioco brancolano nel buio, solo l’ultima sessione ha portato qualche novità. Questa Coterie Oscura non lascia mai alcuna traccia seguibile. Una volta giunti alla corte di Prato i nostri giocatori decidono di architettare una sorta di teatrino impersonando i membri della Coterie Oscura e attaccando i magazzini con le preziose stoffe che il Principe della Città, Efenio, costodisce con gelosia.
Questa trovata permette di scoprire che Efenio e suo fratello Ignazio stanno tramando qualcosa alle spalle del principe, anche se non ci sono grossi indizi che siano legati alla Coterie Oscura.
Il gruppo si divide in due uno terrà d’occhio Efenio e l’altro Ignazio.

Episodio I: La scoperta dei traditori

I nostri eroi sanno che la Coterie Oscura spesso rapisce persone creando dei Powerfull Ghoul e mandandoli a seminare danni nelle corti limitrofe a Siena e Firenze, dunque dopo un esperimento di emulazione poco riuscito a Montecatini, provano a replicare a Prato.
Lucian, il ghoul del gruppo, indubbiamente forte, si sporca di fango, si scioglie i capelli e prova a emulare uno di questi ghoul. Keyra invece, da ex attrice, reciterà la parte della dama oscura della Coterie Oscura (cazzo che fantasia per i nomi) che si sa rapisca i baldi giovini per poi trasformarli in macchine di distruzione.
Lucian con un balzo arriva sulle mura della città scende e apre il portone non disdegnando di lasciare in terra un paio di guardie, la sua signora entra e di lì a poco altre guardie accorrono. Inizia il combattimento con Lucian che riesce a tenere testa abbastanza bene, esce Efenio con altre guardie a quel punto Lucian non può far altro che ritirarsi ma lo scopo è raggiunto, in un ultima azione prende il cadavere di una guardia morta per i piedi lanciandola verso Efenio a diversi metri di distanza. Il tiro è notevole ma non colpisce il principe che comunque intuisce la potenza del Ghoul.
La Sera dopo Efenio contatta Keyra, che sapeva trovarsi lì vicino, per rimproverarla del pessimo lavoro dato che Prato e la stessa sua persona erano stati attaccati. Nel frattempo Lucian pensa bene di sua iniziativa di dare fuoco ai magazzini delle preziose stoffe impersonando nuovamente il ghoul, quindi un nuovo attacco.
Dopo il naturale scompiglio e l’ira furibonda di Efenio, Lucian si introduce nel palazzo, per circa una mezz’oretta non scopre niente di che ma poi vicino alle stanze di Efenio lo sente parlare con qualcun altro le frasi sono del tipo “sono scheggie impazzite che minano i nostri piani”, poi la porta si spalanca, Efenio è davanti a Lucian, un tiro fortuito di dadi permette a Lucian di piazzare 7 danni puliti con una sorta di sfondamento, lasciando Efenio spento in terra. L’altro vampiro, con una velocità sorprendente, è gia fuori della stanza e nel corridoio, Lucian vorrebbe inseguirlo ma Efenio è di antica generazione e in pochi secondi potrebbe, grazie al suo sangue vicino a Caino, rialzarsi. Meglio non rischiare; un sonoro diretto in bocca provoca altri 6 danni al povero Efenio (e pensare che doveva solo essere una finzione). Nel frattempo Keyra, che si trovava nel corridoio, vede passarsi una sorta di ventata velocissima, il compagno scappato dalla stanza. Entrando nelle stanza di Efenio Keyra si trova davanti quello che dovrebbe essere suo fratello steso a terra con sopra il loro ghoul nemico, peccato che sia Keyra che la giocatrice che la usa siano un po’ distratte, riconoscendo senza difficoltà Lucian invece di chiamare le guardie o usare uno dei suoi poteri, chiede in tutta calma, ma cosa era quella “cosa” che è passata a tutta velocità in corridoio…
Lucian ha una stretta allo stomaco, ci manca solo che lo chiami per nome e sputtani tutto. Prima che ciò accada afferra Efenio, oramai in pessime condizioni fisiche, per le caviglie e utilizzandolo come flagello colpisce Keyra prima che possa finire la frase.
Keyra, imparentata con la parete di lato ed Efenio, è a un passo dal torpore (Lucian Pensa e tutto questo come glielo spiego poi al Principe di Firenze?)

Episodio 2: La sfida impossibile

Dopo quanto è successo scopriamo che Efenio era insieme all’altro fratello Ignazio. È lui ad essere scappato, entrambi a loro volta i fratelli di Keyra. Il gruppo si dividerà in due uno cercherà di scoprire cosa sa Efenio mentre l’altro rintraccerà Ignazio.
Questo è un lavoro per il Nosferatu, appurato che il suo potere di Oscurazione sia maggiore di quello di Efenio decide che sarebbe un’ottima idea prendere la forma di Ignazio e cavar fuori qualche ragno dal buco. Peccato che durante una delle sere di attesa irrompe al castello il cavaliere Bruja oscuro sempre della Coterie Oscura, servo della Dama Oscura fautrice di piani oscuri, che sono talmente Oscuri che se Bruce Springsten facesse un Album “Nati nell’oscurità” loro sarebero sicuramente in copertina.
Efenio viene attaccato dal Bruja sempre nelle sue stanza (povero Efenio!!) Il Noferatu e la Gangrel corrono per fermarlo. Il Noferatu è il primo ad arrivare, grazie alla sua potenza con tre salti dal cortile è gia alla finestra Oscurato, mentre la Gangrel passa dalle scale e velocizza il tutto trasformandosi in una pseudo forma Crinos. Il Nosferatu assiste alla quasi morte di Efenio, entra nella stanza e colpisce di sorpresa il Bruja grazie alla sua Oscurazione. Purtroppo il danno è minimo. Il Bruja contrattacca facendo 9 successi, calcolando che con 7 la testa vola via di netto, il master vuole bene al giocatore e fa lanciare al cavaliere oscuro un potere di taumaturgia invece che un colpo di spada che sarebbe risultato fatale, raccogliendo magicamente l’acqua nei dintorni la ritorce contro il Nosferatu in una sorte di camicia di forza che lo blocca, vedendo poi arrivare quello che credendo un Garoù si prepara a uno scontro poderoso.
Il cavaliere non riporta danni ma rischia più volte di essere colpito dai micidiali artigli della bestia che ormai a causa delle ferite è in frenesia. Il Nosferato prova a liberarsi forte della sua disciplina Potenza, ma ahimé i successi sono troppi e non riesce a uscire dalla morsa.
Dopo altri scambi di colpi il Bruja decide di scappare, il Nosferatu si oscura per non cadere vittima della frenesia della compagna continuando a cercare di liberarsi.
Alla fine la frenesia della Gangrel viene Placata, la sessione si chiude con Lucian che essendo riuscito a catturare nel frattempo Ignazio arriva al palazzo di Prato, vedendo il Nosferatu contorcersi in una gabbia d’acqua chiede cosa sia successo.

“Niente Lucian è il Nosferatu, è stato imprigionato da un potere taumaturgico, credo si chiami prigione d’ acqua, combattendo contro il Bruja della Coterie Oscura e ha scommesso che si sarebbe liberato in meno di 3 minuti.”

“E da quanto è che ci sta provando scusa?”

“13 Giorni!!”

da Cainos e’ tutto I lie I cheat I Steal

PS: Povero Efenio!!

Annunci