UN SET DI DADI MOLTO PARTICOLARE

3 commenti

Queste foto le ho scattate durante l’ultima session. Uno dei miei compagni di gioco ha tirato fuori questa sorta di armi improprie. Possono rivelarsi molto utili per minacciare quei Master particolarmente maligni.

MALEDETTI DADI!

1 commento

A chi non è mai capitata una serie vergognosa di tiri di dado? Succede a volte che la fortuna ti volti le spalle e ti ritrovi a maledire le tue pietruzze colorate. Ma è solo una questione di fortuna?

Anche se nel gioco di ruolo il fattore fortuna potrebbe sembrare irrilevante ai fini del divertimento, è anche vero che una bella sequenza di tiri positivi può trasformare l’avventura in un successo e creare delle situazioni memorabili. Memorabili infatti sono alcune giocate di cui ancora ricordo i tiri; un triplo open ended in Merp, ad esempio, seguito purtroppo da una vergognosa critical, una serie di check delle abilità in D&D, un colpo fortuito nelle battaglie di Battletech. La domanda è semplice: può la mente di un giocatore influenzare l’esito di un tiro?

Ricerche specifiche del settore escludono tale possibilità. I dadi possono essere soggetti a sbilanciamenti di peso e determinare in un’ampia serie di tiri una minima differenza. Addirittura l’incisione del numero sulla faccia può causare un sottile sbilanciamento, ma si parla sempre nell’ottica di migliaia di tiri. Bisogna poi ricordarsi che in teoria, quando si parla di casistica, nessuno risultato è escluso e per questo motivo è possibile (anche se poco probabile) tirare 20d6 ed ottenere un totale di 120 (una bella palla di fuoco!).

Ma vorrei spingermi oltre e perdermi volentieri in bizzarre fantasie. È mia convinzione che quando un giocatore è emotivamente coinvolto con il proprio personaggio, può sicuramente influenzare i risultati dei suoi tiri. È una teoria che non sta in piedi, lo ammetto, ma sono sicuro che la maggior parte dei giocatori di ruolo la pensano come me. Non sto parlando di telecinesi o potere della mente, ma di un qualcosa che ha che fare con le emozioni, e le emozioni hanno il potere di stravolgere il destino, sia quello reale che quello immaginario legato ad un personaggio di gioco.

Diavolerie? Ma certo, e che altro. Diavolerie dal mondo del gdr.

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

DADO ROMANO

Lascia un commento

Il gioco ce l’abbiamo nelle nostre radici! Quasi non ci credevo, un dado da venti romano in vetro (risalente al secondo secolo avanti cristo) acquistabile on-line per “soli” 17000 dollari!

Fatevi sotto, se siete dei veri giocatori!