Ritrovandone il manuale tra l’antico materiale di gioco, ho pensato di scrivere un breve articolo su questo geniale episodio di “game design” nostrano. Kata Kumbas venne pubblicato verso la fine degli anni ’80 dalla Rolegame, la stessa di “Uno Sguardo nel Buio”, il primo gioco di ruolo italiano. Scritto da Agostino Carrocci e Massimo Senzacqua, Kata Kumbas rimane ad oggi, secondo me, una delle migliori ambientazioni per GdR made in italy.

In Kata Kumbas il giocatore non interpreta semplicemente un personaggio di un altro mondo, ma attua una vera e propria trasmigrazione della mente e dell’anima per raggiungere Rarte, la terra immaginaria dove si svolge il gioco. Almeno questo è quello che ci dice il manuale nella parte introduttiva, dedicata alla spiegazione del gioco di ruolo. Un’idea senza dubbio originale.

Laitia (che si legge alla latina, “Laizia”), è il paese dove si muovono i personaggi (gli Erranti) alla ricerca di avventure. È un’Italia a “pancia in giù, con tutte le caratteristiche del nostro paese pensate in un contesto medievaleggiante e con risvolti comici e grotteschi. C’è l’astrologia, ci sono i santi, alcuni dei quali davvero buffi, ci sono le eredità, le entità della luce e delle tenebre. Nel bestiario, accanto ai classici Draghi e Lupi Mannari, si trovano creature a dir poco bizzarre come i Munacielli, i Pelosi, i Plitidi o il terrificante Biro Biro.

Insomma, l’approccio è semiserio, ma di originalità ce n’è a palate! Forse l’unica pecca è il sistema di gioco, semplicistico ma con qualche lacuna. Tutto sommato si tratta di un bel GdR, senza dubbio.

Non potrei chiudere questo articolino senza citare alcuni dei Sacrum Verbum dei migliori santi, veri e propri tormentoni del mio vecchio gruppo.

San Dondino, bello è bere solo vino

Santa Rona, nel dormir sta sempre prona

San Semolino, benedisce ogni cammino

San Zanola, veste sempre con il viola

e per finire…

San Chilomba, nel parlare sempre romba (che noi trasformammo in “nel parlare sempre tromba”, ovviamente!)

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

Advertisements